IL PIANETA NON PUO’ ATTENDERE
LA SALVAGUARDI DI VENEZIA – NON SOLO MO.S.E.

Relatore: LEANDRO DE ROSSI

Ingegnere in pensione con un passato da dirigente della direzione Ambiente-Ecologia della Provincia, direttore dell’Arpav.
La vulnerabilità della città e dei suoi abitanti ed i rischi indotti dai cambiamenti climatici ci inducono a riflettere e ripercorrere la storia del Modulo Sperimentale Elettromeccanico – definito come “esempio di eccellenza dell’ingegneria italiana” – dalla sua nascita progettuale fino alla sua attuale gestione operativa. Alla base del progetto una serie molto articolata di indirizzi e criteri progettuali formulati nel corso dell’iter che ha portato alla definizione di opere estremamente complesse che hanno risposto in termini di innovazione e flessibilità ai vincoli posti da un territorio di grande valenza ambientale e, insieme, fortemente antropizzato: il sistema di difesa dalle acque alte non doveva introdurre modifiche significative negli scambi idrici alle bocche di porto, non doveva interferire con il paesaggio, non doveva interferire con le attività economiche ad esse connesse.